Comincia la resa dei conti

A pochi mesi dalle elezioni si cominciano a scoprire le falle, non che non si sapessero, ma ora non si possono più mascherare.

Sapete quanto mi batto, mi sono impegnato e mi batterò contro quella sciagurata risalita meccanizzata, quella che è definita dai rivolesi che non vogliono disturbare il manovratore (pura espressione di una signora rivolese D.O.C.) ma che al capolinea protestano, la causa del ventre squarciato della collina e del castello di Rivoli.

Dare voce a questa gente è diventato per me un dovere e continuerò a farlo venendo al punto. Credevo che gli atti ufficiali fossero impegni d’onore, almeno lo penso per ciò che mi riguarda, ma forse sono un illuso.

Scopro che non esiste ancora un atto ufficiale che garantisce il pagamento dei 170 MILA €URO (330 Milioni di vecchie Lire all’anno) per la manutenzione del mostro.

 

Cosa succederà se, dopo il “niet” alla firma della fidejussione su villa Melano sancita addirittura da una delibera, ora si tireranno indietro? cosa faremo avendo in garanzia soltanto da una lettera personale di Gianni Oliva, non sancita da atto ufficiale ???

In un momento di recessione, dove ogni spesa va ben controllata o tagliata (cosa assai probabile), chi si dovrebbe prendere la briga di spendere quei 170 mila €uro l’anno firmando una cambiale a vita?

Non temete signori, i lavori sono sospesi, ufficialmente per il maltempo, pare invece per mancanza di fondi, e pertanto c’è da chiedersi: che manutenzione si può fare su un’opera non finita…?

Un’altra opera incompiuta???  Pensare di riprendere la lotta ????

La prossima campagna elettorale dovrà dare molte risposte a riguardo.

Ricordate queste cose, e chiedetelo al vostro candidato, di qualsiasi schieramento: Quando coglieremo la frutta da quelle piante di “austriaca” e brillante idea??? Forse i nostri figli ne godranno i benefici???

Se si riesce a credere che in quaranta giorni la bocciofila sarà finita (mi domando quando sono andati in cantiere l’ultima volta) si può credere a tutto, che gli asini volano, che io diventi presidente della repubblica o che, come sosteneva la giunta attuale, l’opera della risalita sarebbe stata inaugurata prima delle elezioni.

Aprite gli occhi e fate, si, questa volta un passo in dietro.

Mettiamo in vendita questa scala meccanizzata su EBAY (dove si vende di tutto….), facciamo scale normali, come è stato proposto in altri tempi, e quei 170 mila €uro permettiamo a Gianni Oliva di dirottarli nell’aiuto ai cassaintegrati o ad altre più meritevoli necessità.

Volete stupirci?????  Presentate l’impegno scritto con delibera che questi €uro sono realmente disponibili per la risalita.

Io aspetto e, come me, tutte le migliaia di persone che hanno votato contro la risalita.

Sono certo che si ricorderanno di tutto questo, prima del voto, ed io farò di tutto per aggiornare chi “non vuole” ricordare, obbligandolo a disturbare il manovratore chiedendo spiegazioni.

Farlo è un nostro preciso diritto/dovere.