Fascisti su Marte?

Esplode l’ennesimo scandalo a Roma (ladrona?). L’accusa circostanziata che ha provocato decine di arresti, si riferisce ad appalti truccati, intrallazzi, ruberie le più diverse, il solito collaudato e immarcescibile armamentario criminale sempre sulle spalle del contribuente. Si distinguono  nella propensione al crimine delinquenti comuni, fascisti (sul Campo di Marte?), faccendieri e politici di destra e di sinistra, compresi assessori della sbiabita giunta PD del barbuto Ignazio Marino.