Arrossire di vergogna!

Cari parlamentari (nominati e non eletti) non imponete ad altri le vostre intime convinzioni. Nessuno vi obbliga. Lasciate però vivere i cittadini  che fanno altre scelte e, per piacere, non tirate  fuori la religione, non c’entra nulla. Se magari vi prende un pò di vergogna, siete sulla strada giusta. Leggete la lettera di mamma Irene, può aiutarvi!