Lo schiaffo di Bardonecchia

C’è un precedente agli strappi diplomatici ed economici con cui il presidente francese Macron sta mettendo alla prova i rapporti con l’Italia.

Il 3 maggio 1881, mentre in Italia si discuteva dell’eventualità di una prova di forza francese, il governo di Parigi inviò un contingente di duemila uomini a Biserta, in Tunisia. Il Paese del Nord Africa che di fatto veniva considerato «italiano» per l’apporto di lavoro e capitali profuso dai nostri connazionali (nei vigneti, nella pesca e nelle miniere), diventava all’improvviso francese. L’espisodio passò alla storia come “lo schiaffo di Tunisi”.

Ora il blitz dei doganieri transalpini a Bardoneccia. Protesta il Sindaco. Alfano , che immeritatamente da anni ricopre la carica di Ministro degli Affari Esteri, non pervenuto. Che non abbiano ancora digerito, gli amici transalpini intendo, la “pugnalata alla schiena ” del 10 giugno 1940?