Una Norimberga per il Califfato?

Nel nord dell’Irak si sta combattendo una guerra terribile. Il cosiddetto  Califfato islamico – ISIS – partito dalla Siria,  occupa città, uccidendo in modo atroce gli “infedeli”, in genere militari catturati e civili inermi – donne e bambini compresi.   I fondamentalisti vogliono riunire tutto il mondo arabo e non sotto la bandiera nera del loro sanguinario fanatismo religioso. Gli articoli di Domenico Quirico su “La Stampa” sono, nella loro drammaticità, illuminanti. Il mondo civile comincia  ad interessarsi della vicenda, almeno questa è la speranza.

Paradigmatica la situazione del Kurdistan iracheno, unica enclave di libertà rimasta nell’area, in cui le donne sono in prima linea a combattere. Questo è commovente nella sua drammaticità. Si può intuire anche quale sarebbe la loro sorte in caso di vittoria del Califfato.

A quando la richiesta di una Norimberga per questi fascisti assassini da parte della qui silente intellighenzia nostrana?