Ridateci il Consiglio dei Dieci!

Leggiamo dell’arresto del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (PD) e di altri alti esponenti politici veneti (Galan, Forza Italia e altri). Mavalà!

All’epoca della Serenissima il reato commesso, sarebbe stato quello dello Sfruttamento dei Beni Pubblici e gli imputati sarebbero finiti davanti al Consiglio dei Dieci.
Costituiva un atto di sfruttamento dei beni pubblici ogni uso delle proprie funzioni ufficiali al fine di arricchire la propria persona e/o i propri accoliti. Costituiva un atto di danno alle finanze pubbliche ogni comportamento speculativo destinato ad arricchirsi volontariamente a discapito delle finanze pubbliche, considerato un tradimento della Repubblica
Si sarebbe applicata, se ritenuti colpevoli,  la pena capitale, tramite impiccagione, ruota, decapitazione o rogo (con o senza strangolamento seguente la confessione dei crimini).

Ringrazino i  galantuomini odierni Napoleone e la Costituzione del ’48.
Perchè non proporre a Renzi il ripristino del Consiglio dei Dieci (in tutta Italia ovviamente) e le pene di allora (escluso il rogo per motivazioni ambientali)?