Predicano male e non razzolano più

28 gennaio 2015, Rivoli, Consiglio comunale. Sala strapiena, si discute dell’inceneritore del Gerbido.

La gente ha paura, i cittadini per i loro figli, i coltivatori per le loro attività. Si vuole sapere lo stato delle cose, conoscere il dettaglio della qualità dell’aria e del suolo. Vengono fatti parlare gli esperti,  mai una risposta diretta, manca colpevolmente l’ASL, l’organismo che per legge è preposto alla tutela della salute e non è la prima volta. Si intuisce solo che per legge il governo potrebbe imporre di bruciare provenienti da ogni parte d’Italia (decreto “Salva Italia”). La stessa parola “compensazione” fa venire i brividi. Ma i decisori della cosa pubblica non sembrano preoccuparsi più di tanto, nè dell’assenza dell’ASL (grave e immotivata)  nè degli scenari futuri possibili. Il pubblico presente viene stremato dalle parole, si arrende per sfinimento. Prima parlano gli esperti, poi i consiglieri comunali, alla fine il pubblico. Circola tra i presenti un opuscolo della Regione, colorato, con tanti disegni, belle fotografie e una valanga di consigli per gli allevatori.

 

Un’unica domanda : perchè è meglio tenere i polli al coperto e non lasciarli razzolare nel prato, come si è sempre fatto?

predicavo male ma razzolavo bene