Comunicato dall’associazione

La Meridiana c’è

Lettera del presidente in occasione
della chiusura della sede di via Felisio 2.

Ho aspettato qualche settimana a scrivere queste poche righe. Il mio cuore era (e in parte ancora lo è) colmo di amarezza e di tristezza per la decisione che abbiamo dovuto prendere, e che ci ha portato a dover lasciare, dopo dodici anni, la nostra sede “storica”.

Assorbito il colpo, ora si tratta di continuare la nostra attività. Mancando una sede così “particolare” certo ci resterà il rimpianto della “locanda” e degli incontri conviviali che hanno connotato la storia de “La Meridiana” in tutti questi anni, un’impegno ludico ed impertinente che non abbiamo mai disgiunto da quello culturale, per la difesa dei diritti individuali e a favore della libertà di pensiero.

Ma sono sempre le donne e gli uomini a dare gambe alle idee, non le sedi. L’assemblea ha rinnovato al Consiglio Direttivo uscente e al sottoscritto la fiducia per il biennio a venire. Noi cercheremo di esserne degni, mantenendo gli impegni assunti, dando sempre voce e gambe alle nostre idee, alle proposte, alle indicazioni che ci perverranno da tutti, e facendo tesoro delle critiche di chiunque.

Ho ricevuto in queste settimane attestati di stima, di solidarietà e di vicinanza da parte del Rotary e dei Lions, che mi hanno ribadito la volontà di continuare nella collaborazione con “La Meridiana”. La qual cosa mi ha onorato.

Ripeto, parafrasando Badoglio, che l’attività continua.

Molti eventi sono in fase di gestazione, alcuni anche a breve, e vi informeremo, cercando di utilizzare al meglio le potenzialità di questo sito, che continua ad essere una dellenostre voci.

A tutti auguro ogni bene, e a tutti chiedo di esserci vicini.

Il presidente
Carlo Zorzi

Rivoli, 6 giugno 2012