I giugno neri della nostra storia.

10 giugno 1924: Squadracce fasciste aggrediscono e uccidono Giacomo Matteotti, deputato socialista,  tenace e incorruttibile avversario di Mussolini. Il suo corpo non sarà mai più trovato.

 

9 giugno 1937: Mussolini fa assassinare in Francia Carlo e Nello Rosselli, implacabili avversari del regime  fascista.Il loro esempio sarà ripreso dai combattenti repubblicani in Spagna e dalle formazioni partigiane di Giustizia e Libertà in Italia.

 

10 giugno 1940: Mussolini e Vittorio Emanuele III trascinano l’Italia in guerra, guerra che, a prezzi altissimi di vite umane,  durerà fino alla liberazione dal nazifascismo del  25 aprile 1945.