Eccidio del LYS

Domenica 6 luglio 2014, commemorazione dell’eccidio del Colle del Lys del 2 luglio 1944, quando 32 giovani partigiani della Garibaldi, molti cremonesi, vennero catturati e torturati a morte dai tedeschi e dai loro servi fascisti italiani.

La manifestazione, ben organizzata dal Comitato Resistenza Colle del Lys di Rivoli, ha registrato momenti di partecipata commozione grazie agli interventi, di fronte ai numerosi cittadini intervenuti, malgrado il tempo incerto, di due limpidi campioni delle lotte per la libertà, l’arch. Franco Berlanda e l’avv. Bruno Segre, partigiani, oggi ultranovantenni, e di Josef Kaiser, tedesco, sindacalista dell’IG Metall, impegnato in patria nella difesa dei diritti civili, della democrazia e della tolleranza. I sindaci delle nostre valli, molti i neo-eletti, hanno rinnovato il giuramento di fedeltà ai valori della Resistenza e della Costituzione Repubblicana.