Conferimento Benemerenza Comune di Rivoli 2012

Chi è Vittorio Dan Segre:

Nato a Rivoli (TO), il 4 dicembre 1922, emigrato in Palestina nel 1939, ha assistito e partecipato di persona alla nascita dello Stato d’Israele, ricoprendo incarichi “defilati” che gli hanno consentito di assumere il ruolo di osservatore, distaccato, partecipe, ironico, dei grandi avvenimenti e dei grandi personaggi della seconda metà del Novecento.

Con Indro Montanelli ha fondato “Il Giornale“, con cui ancora collabora, insieme ad altre pubblicazioni italiane e europee. È Presidente dell’Istituto di Studi Mediterranei presso l’Università della Svizzera Italiana a Lugano. È membro del Comitato Scientifico di ETHICA.

Professore Emerito di Pensiero politico ebraico all’Università di Haifa, ha insegnato a Oxford, al Massachusetts Institute of Technology, a Stanford , alle Università di Stato di Torino e Milano e alla Bocconi. Ha fondato l’Istituto di Studi Mediterranei presso l’Università della Svizzera Italiana a Lugano.

Addetto culturale, portavoce dei vertici politici israeliani negli incontri internazionali, addetto stampa all’ambasciata israeliana di Parigi e responsabile delle trasmissioni radio in Africa, dopo la carriera militare e diplomatica, ha svolto l’attività di giornalista per varie testate, nonché quella di professore universitario, iniziando l’insegnamento universitario nel 1969.

Nell’autobiografia “Il bottone di Molotov“, Segre dipinge con tocco lieve e acuto una galleria di uomini politici e di intellettuali, protagonisti di avvenimenti e svolte storici: tra gli altri, Ben Gurion, Moshe Dayan, Mauriac, Molotov, Gromyko, Kenyatta, Sadat, Nyerere, Nasser.

Altre pubblicazioni: : “Le Metamorfosi di Israele” (UTET, 2006); “Il poligono mediorientale: Fine della questione arabo-israeliana?” (Il Mulino, 1994); “La guerra privata del Tenente Guillet” (Corbaccio, 1993); “Storia di un Ebreo fortunato” (Bompiani, 1985).