Carena e Simone i soci onorari 2009/2010

Da sinistra: Fernanda Dalmasso, l’avv Antonio Borghezio, Tin Carena (figlia del pittore Antonio), Lorenzo Simone, Mario Paganin. In basso, al centro del gruppo, il presidente dell’associazione Carlo Zorzi.

Lo scorso 23 Dicembre si è svolta presso la nostra sede di via Felisio la tradizionale cerimonia organizzata in occasione della consegna degli attestati 2009/2010 di socio onorario dell’associazione. La Meridiana ogni annuo offre questa dimostrazione di stima e gratitudine a due cittadini rivolesi che negli anni si sono distinti per la loro attività in favore della città e/o hanno contribuito, con la loro presenza ed immagine, al prestigio e l’immagine di Rivoli portandola in Italia  e nel Mondo.
La manifestazione natalizia, da sempre vissuta in modo conviviale e molto informale nei toni, è tradizionalmente affiancata all’incontro tra i soci per lo scambio di auguri in occasione delle festività di fine anno.  Quest’anno hanno onorato l’associazione con la loro adesione:

Antonio Carena non ha bisogno di presentazioni. Vasta e apprezzata è stata – ed è – la sua produzione pittorica. E’ stato docente di pittura all’Accademia delle Belle Arti di Napoli e Cuneo. I suoi famosi inserti di “Cielo” decorano molti edifici pubblici e privati, tra cui il Salone Riunioni della “Martini & Rossi” di Ginevra. Abbelliscono anche la volta dello scalone del Castello di Rivoli, oggetto, in applicazione della regola aurea del “nemo profeta in patria” di immotivato, gratuito e, speriamo temporaneo, oscuramento.

Lorenzo Simone, maestro di intaglio molto stimato in Rivoli per la realizzazione di opere di grande raffinatezza e complessità, oltre ad essere lo scultore delle molte epigrafi lignee collocate nel centro storico rivolese, aricordo dei momenti fondanti della storia cittadina. Ad es. quella posta sulla chiesetta di San Rocchetto in via Piol (attualmente e indebitamente adibita a mostra-mercato articolo), a quella in ricordo dell’Albero della Libertà giacobino di piazza San Rocco, e non ultima quella che celebra la presenza dello statista Giovanni Giolitti presso la sua casa in piazza Salotto (l’epigrafe necessiterebbe di urgente restauro da parte del Comune).
Sul piazzale – sacrario del Colle del Lys è posizionato un totem in legno, alto tre metri, che riassume simbolicamente l’epopea partigiana e l’anelito alla pace di chi ha combattuto e sacrificato la vita per la nostra libertà: un’opera, questa, pochi lo sanno, del maestro Lorenzo Simone.

Le motivazioni espresse dall’associazione per il riconoscimento assegnato ai nuovi soci onorari Carena e Simone sono state:” pittore, maestro insigne e uomo libero, che con la sua arte da anni illustra ed onora nel mondo la città di Rivoli, la sua storia ed il suo cielo”  (per Antonio Carena)  e “artigiano capace e appassionato, maestro scultore del legnocon la sua arte illustra ed onora la città di Rivoli, contribuendo da anni a salvaguardarne la memoria storica” (per Lorenzo Simone)

Gli attestati di socio onorario sono stati consegnati con una breve cerimonia agli interessati dal presidente Carlo Zorzi; per il Antonio Carena ha presenziato e ritirato il nostro attestato la figlia Tin, in quanto il Maestro non ha potuto essere presente alla manifestazione per sopraggiunte difficoltà  di salute. Il presidente Zorzi, oltre a manifestare solidarietà per lo spiacevole imprevisto e porgere gli auguri di una prossima guarigione, ha invitato il Maestro ad un nuovo incontro con tutti i soci. Particolarmente gradita è stata la presenza degli altri soci onorari, quali  l’avv. Antonio Borghezio, cultore di tradizioni e storia cittadina, Fernanda Dalmasso, anima dell’associazione resistenziale Colle del Lys e Mario Paganin, falegname e appassionato docente, per anni presente nelle scuole cittadine con l’intento di avvicinare i ragazzi ai misteri e al fascino della lavorazione del legno.

Il maitre chocolatier Gianni Di Biase, anch’egli socio onorario de “La Meridiana”, impossibilitato a partecipare per impegni di lavoro è stato presente per tramite di uno suo squisito maxi-panettone di oltre tre chili, che ha preparato (e offerto) appositamente per l’occasione.

In chiusura della manifestazione, prima dell’ultimo brindisi, il presidente ha ricordato la data di apertura della campagna di tesseramento all’associazione “La Meridiana” per il 2010, che partirà dal 7 gennaio prossimo, con l’auspicio per il nuovo anno di poter realizzare – con il contributo e le idee di sempre più soci – i molti progetti già in abbozzo o in costruzione, fulcro delle attività culturali dell’associazione.

Con un’affettuosa stretta di mano si è conclusa la serata, accompagnata dallo scambio di auguri generalizzato tra i soci.

Leggi l’Articolo “Soci onorari 2008/2009”